Dove siamo

Dove siamo

La Chiesa Cristiana Evangelica di Trieste (Assemblea pentecostale) è situata in via Ghirlandaio n.23 (tel. 040 381551).

Per individuarne la posizione su una mappa ecco la relativa pagina generata dal servizio di Google Maps.

Come raggiungerci...

...con i mezzi pubblici

capolinea alla stazione dei treni, ovvero piazza Libertà

Bus n.19: scendere alla 1ª fermata di Viale D'Annunzio

Bus n.20: scendere alla 3ª fermata di Viale D'Annunzio

Bus n.21: scendere alla 3ª fermata di Viale D'Annunzio

Bus n.40: scendere alla 2ª fermata di Viale D'Annunzio

...in automobile

Provenienti dalla Grande Viabilità (prosecuzione Autostrada Venezia - Udine):
Dopo l'uscita del Lisert, percorrere la superstrada. Superato lo svincolo per l'Area di Ricerca, alla fine della Galleria uscire per Cattinara, quindi al bivio a sinistra e sempre diritto, seguendo l'indicazione Ippodromo.
Arrivati in piazzale De Gasperi (Ippodromo), svoltare a sinistra in viale Ippodromo.
Arrivati al semaforo in piazza Foraggi svoltare a destra e imboccare via Vergerio, svoltare la prima a sinistra in via Ghirlandaio.
Al secondo incrocio (angolo via Padovan) si trova la Chiesa.

Provenienti dalla Strada Costiera:
Percorrere la strada costiera (SS 14), sempre diritti sino a Trieste - piazza Libertà (Stazione Ferroviaria). Seguire Corso Cavour, Riva Tre Novembre, dopo il Canale portarsi sulla corsia di sinistra, al semaforo svoltare a sinistra per piazza della Borsa. Proseguire sempre diritti per Corso Italia, piazza Goldoni, corso Saba, largo Barriera Vecchia, piazza Garibaldi, viale Sonnino. Continuare sempre diritti per viale D'Annunzio, al semaforo svoltare a sinistra, alla prima laterale svoltare a destra in via del Ghirlandaio.
Al secondo incrocio (angolo via Padovan) si trova la Chiesa.

Provenienti dalla Grande Viabilità (Capodistria - Slovenia):
Proseguire in direzione Trieste e uscire allo svincolo di via Valmaura. Percorrere tutta la via Valmaura, giunti al semaforo di Piazzale Valmaura (Stadio) svoltare a sinistra e proseguire sempre diritti e imboccare la Galleria. All'uscita in piazza dei Foraggi, al semaforo superare la piazza sempre diritti, imboccare via Vergerio e subito la prima a sinistra svoltare in via Ghirlandaio.
Al secondo incrocio (angolo via Padovan) si trova la Chiesa.

 

 

In cosa crediamo

In cosa crediamo

Per amor di chiarezza, affinché non sorgano equivoci sulla via che vogliamo percorrere e su cosa intendiamo con "essere nati di nuovo" e "credere nel Signore Gesù", vi invitiamo a leggere i punti principali della nostra fede.

Naturalmente, in quanto necessariamente abbreviati e schematici, questi punti non esauriscono di certo le immense ricchezze contenute nella Sacra Scrittura.

NOI CREDIAMO CHE:

Tutta la Bibbia (Antico e Nuovo Patto) è Sacra Scrittura ispirata dallo Spirito Santo, unico fondamento della dottrina cristiana, infallibile regola della fede e della condotta dei cristiani (II Timoteo, 3:16; II Pietro, 1:21).

Vi è un solo Dio: Padre, Figlio e Spirito Santo, eterno e onnipotente, Signore e creatore di tutte le cose (Matteo, 28:19; II Corinzi, 13:13; Efesini, 4:4-6; Giovanni, 14:25; Apocalisse, 1:8).

"Dio è Spirito; e quelli che l'adorano, bisogna che l'adorino in spirito e verità", nel nome di Gesù Cristo, mediante lo Spirito Santo; senza immagini o sculture sacre, perché questo sarebbe idolatria (Giovanni, 4:24; I Timoteo, 2:5; Giovanni, 16:13; Esodo, 4:12,15-19).

Dio assunse natura umana in Gesù Cristo, che fu concepito da Maria ancora vergine, per opera dello Spirito Santo (Giovanni, 1:1-5,10-14; Luca, 1:26-27,30-31,34-35; Matteo, 1:18-25).

Gesù Cristo visse una vita senza peccato e compì l'opera perfetta di redenzione morendo crocifisso per il perdono dei nostri peccati e per la salvezza di tutti gli uomini (maschi e femmine) (Ebrei, 4:15; Giovanni, 19:17-18,37; Efesini, 1:7).
Le sue parole, i suoi miracoli, la sua risurrezione, la sua ascesa al cielo, sono la perfetta verità (Ev. di Giovanni, 20:30-31; Atti, 2:32;1:9).

Il Signore Gesù è l'unico Salvatore e mediatore tra Dio e l'uomo (Atti, 4:12; II Timoteo, 2:5-6).

Tutti hanno peccato e a causa dei propri peccati sono condannati (Romani, 2:23;5:12;6:23).

Dio salva e dà la vita eterna a tutti quelli che per fede accettano il Signore Gesù come proprio salvatore (Romani, 6:23; I Giovanni, 5:13).

La salvezza si riceve per grazia e non per mezzo di opere (Efesini, 2:8-9).

Per essere salvati è necessario "nascere di nuovo", cioè venire convinti nel cuore dallo Spirito Santo di essere perduti a causa dei peccati commessi e, in seguito a un pieno pentimento, ravvedersi e accettare il sacrificio di Cristo Gesù (Giovanni, 3:3-7;16:8; Atti, 3:19).

Chi avrà creduto e sarà stato battezzato (immerso in acqua) sarà salvato (Marco, 16:16).

A chiunque si converte e viene battezzato, è promesso il dono dello Spirito Santo (Atti, 2:38-39).

I credenti devono essere santi come Colui che li ha chiamati, in tutta la loro condotta (I Pietro, 1:15; Galati, 5:16-17,19-21; I Tessalonicesi, 4:3-8).

La carne ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne. Fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregoneria, inimicizie, discordia, gelosia, ire, contese, divisioni, sètte, invidie, ubriachezze, orge e altre simili cose, sono opera della carne; chi fa tali cose non erediterà il regno di Dio (Galati, 5:17,19-21).

La santificazione è opera dello Spirito Santo che si manifesta con il frutto del perdono, amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, temperanza; e la fedeltà alle Sacre Scritture (Marco, 11:25; I Giovanni, 3:24; Galati, 5:22,24-25).

Senza la santificazione nessuno vedrà il Signore. I cristiani hanno per frutto la santificazione e per fine la vita eterna (Ebrei, 12:14; Romani, 6:22; Giovanni, 3:30).

Tutta la Legge e i profeti si riassumono in: Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta l'anima tua, con tutta la mente tua, e con tutta la forza; e ama il tuo prossimo come te stesso (Matteo, 22:37-40; Marco, 12:30-31; Romani, 13:9).

Il Signore Gesù disse: "Io vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri. Come io vi ho amati, anche voi amatevi gli uni gli altri". Questo è il suo comandamento: che crediamo nel nome del figlio suo, Gesù Cristo, e ci amiamo gli uni gli altri (Giovanni, 13:34;15:12; I Giovanni, 3:23;2:4-8; II Giovanni, 1:6).

Gesù ha mandato i discepoli ad annunciare a tutti il Vangelo della salvezza (Marco, 16:15,20).

Il battesimo dello Spirito Santo è soltanto per i credenti e si manifesta con il segno del parlare in lingue nuove (Atti, 2:4;10:44-46).

I ministeri della parola, i doni dello Spirito Santo, le potenti operazioni, sono distribuiti dal Signore come egli vuole, per l'edificazione del corpo di Cristo (I Corinzi, 12:4-11; Efesini, 4:4-16).

Coloro che hanno creduto, nel nome di Gesù, scacceranno i demoni, parleranno in lingue nuove, imporranno le mani agli ammalati ed essi guariranno (Marco, 16:17-18,20).

Il Signore Gesù ritornerà con potenza e gloria, assieme ai santi angeli, per rapire in cielo i redenti (I Tessalonicesi, 4:15-17).

Quelli che perseverano nella fede sino alla fine della loro vita, dopo la risurrezione dai morti, saranno glorificati e riceveranno l'eredità del Regno dei cieli; mentre coloro che non accettano la grazia del Signore Gesù verranno condannati alla perdizione eterna (Marco, 13:13; Matteo, 25:46; Giovanni, 5:29; Apocalisse, 20:11-15).

 

 

Chi siamo

La Chiesa Cristiana Evangelica di Trieste


pulpitoLa Chiesa Cristiana Evangelica di Trieste è un’assemblea pentecostale.

Il movimento pentecostale è la continuazione dell’opera dello Spirito Santo sceso il giorno di Pentecoste sui discepoli che formavano la prima Chiesa a Gerusalemme. Questo avveniva pochi giorni dopo l’ascensione al cielo di Gesù Cristo. Nei secoli successivi a questo episodio biblico in cui i discepoli di Gesù sono stati rivestiti di potenza per essere i suoi testimoni (in greco: martyres) in tutta la Terra (Atti, 1:8), la Chiesa, cioè l’assemblea dei credenti guidati dallo Spirito Santo, ha intrapreso un cammino molto travagliato, subendo varie persecuzioni sotto l’Impero Romano, ma anche dopo, da parte delle istituzioni, spesso cristiane solo di nome.

Non è quindi facile ricostruire la vera storia del movimento pentecostale, visto che ci si deve basare sui documenti conservati dalle istituzioni che in un modo o nell’altro lo hanno ostacolato. Tuttavia esistono vari libri e testimonianze, che possono essere rintracciate anche in rete (vedi la sezione dei link).

Oggi il movimento evangelico pentecostale, che raccoglie l’eredità dei movimenti spirituali del passato (soprattutto del grande risveglio evangelico iniziato nei paesi di lingua anglosassone nella seconda parte del secolo XIX) costituisce il più cospicuo movimento spirituale cristiano contemporaneo. Attualmente, si stima che siano evangelici pentecostali diverse centinaia di milioni di cristiani e il numero è in continua crescita.

In Italia le chiese pentecostali, dal punto di vista dei rapporti tra chiese locali, sono fondamentalmente di due tipi: chiese autonome e chiese organizzate. Molte delle autonome, cosiddette "libere", sono in realtà organizzate in varie federazioni e associazioni di chiese ma conservano la loro autonomia di base. Tra le organizzazioni nazionali, la principale è rappresentata dalle Assemblee di Dio in Italia.

L’assemblea pentecostale di Trieste è sorta nel 1967 per iniziativa di un piccolo gruppo di cristiani evangelici, che accettando Gesù Cristo avevano fatto l’esperienza della nuova nascita ed erano stati battezzati nello Spirito Santo. Questo primo nucleo di pentecostali ha iniziato a riunirsi nell’appartamento di uno di loro, godendo della consolazione dello Spirito Santo. Fra di essi c'era anche il giovane neo convertito Veglio Jugovac, che nei primi anni Settanta il Signore ha costituito pastore della chiesa. Perseverando nella fede e resistendo ai violenti assalti dell’Avversario, la comunità pentecostale di Trieste ha cambiato più volte sede, soprattutto per esigenze di spazio, prima in largo Barriera Vecchia, e dal maggio del 2002 nel nuovo luogo di culto di via del Ghirlandaio, dove lo Spirito Santo continua a operare, la parola di Dio viene predicata con potenza e abbondano le benedizioni del Signore Gesù.

È una chiesa autonoma, governata da un Collegio di anziani, coadiuvato dai diaconi e dai ministri della parola.


 

Le attività della Chiesa

sala di cultoLa principale attività della chiesa di Trieste è l’annuncio del Vangelo di Cristo. Seguendo la guida dello Spirito Santo, la chiesa predica la parola di Dio e si dedica all’insegnamento della sacra Bibbia, annunciando a tutti il perdono dei peccati e la salvezza per grazia per mezzo del sacrificio compiuto sulla croce da Gesù Cristo, il figlio di Dio. La chiesa ricerca il battesimo e i doni dello Spirito Santo e la santificazione dei credenti.

I giorni dei servizi settimanali pubblici sono la Domenica, il Giovedì e il Martedì. Il primo servizio è un culto di adorazione, il secondo un servizio di insegnamento e di studio, e l'ultimo è un servizio principalmente di preghiera.

Nel culto principale, che si svolge la Domenica mattina, si avvicendano ordinatamente lodi e canti dell’assemblea, preghiere spontanee, testimonianze dei credenti e predicazioni dei ministri. Durante il culto, i bambini che lo desiderano, riuniti nella loro aula, ricevono un’istruzione biblica e godono momenti di socializzazione e di gioco.

Il culto è frequentato da credenti di varie nazioni. Tra i partecipanti stranieri, un numero variabile è costituito da ricercatori del Centro Internazionale di Fisica Teorica (ICTP) e da studenti della Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati (SISSA). Per dare loro modo di partecipare attivamente al culto, la chiesa ha istituito un servizio di traduzione simultanea verso e dall’inglese.

cultoLa partecipazione ai culti di credenti evangelici di vari continenti, le consente di avere comunione con chiese di numerosi paesi del mondo.

La comunità dei credenti rumeni si riunisce invece la Domenica di pomeriggio, per celebrare un culto in lingua rumena.

Incontri di preghiera e attività varie si svolgono quasi tutti i giorni della settimana. Il sabato è riservato all'incontro dei giovani e alle attività musicali.

L’anziano della chiesa, pastore Veglio Jugovac, quale ministro di culto riconosciuto dal governo, è autorizzato a portare assistenza spirituale e annunciare il Vangelo nelle carceri e negli ospedali.

Le offerte alla Chiesa Cristiana Evangelica, via del Ghirlandaio 23, 34138 Trieste, possono essere versate sul c/c bancario (IBAN completo): IT 80 B 02008 02292 000005625051.

Chiesa cristiana evangelica - Via del Ghirlandaio, 23 - 34138 Trieste
Telefono: 040 381551
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SERVIZI:

Domenica alle ore 10.00, culto (con traduzione in inglese)

Martedì alle ore 19.00, servizio di preghiera

Giovedì alle ore 19.00, insegnamento biblico

Sabato pomeriggio, incontro dei giovani - attività musicali

Inoltre:

Comunità rumena (servizi in lingua rumena): Domenica alle ore 17.00; Mercoledì e Venerdì alle ore 19.00

Christian Fellowship - in lingua inglese: Domenica alle ore 16.30, a Grignano - Trieste (presso I.C.T.P Adriatico Guest House - Centro di Fisica Teorica)